MXGP, Jasikonis in coma indotto dopo l’incidente di Mantova

Il pilota lituano della Husqwarna Arminas Jasikonis è ricoverato in condizioni serie: ha riportato traumi cerebrali, è in coma indotto nell’ospedale di Cremona

Il secondo Round di tre a Mantova ha portato in dote anche una sfortunata parentesi, quella legata al brutto incidente rimediato dal pilota lituano Arminas Jasikonis, ricoverato da domenica pomeriggio all’ospedale di Cremona. L’alfiere Husqvarna, 7° in classifica iridata, aveva chiuso in sesta posizione la prima manche della domenica, ma una brutta caduta avvenuta all’ottavo giro della seconda manche gli ha impedito di concludere la gara. La caduta, non ripresa dalle telecamere, è apparsa agli addetti ai lavori seria e immediatamente è stato trasportato in ospedale, dove gli è stato diagnosticato un trauma cranico.

A causa della natura delle lesioni, il pilota si trova ora in coma indotto per far sì che la situazione si stabilizzi, come confermato dallo stesso team nella giornata di oggi nella persona di Antti Pyrhönen, Team Manager di Rockstar Energy Husqvarna Factory Racing MXGP: «È una situazione piuttosto seria. All’arrivo è stato messo in coma indotto per il trauma sofferto dal suo cervello. Non c’è molto altro da aggiungere al momento, purtroppo questa è la situazione attuale. Possiamo solo aspettare ed essere positivi. Ha la miglior assistenza medica e siamo a stretto contatto con gli specialisti dell’ospedale italiano ma anche di Innsbruck. Grazie a chi ha rivolto un pensiero ad AJ».