Quando scadono gli pneumatici delle moto? Verità, errori e falsi miti

pneumatici

Motorinews24 vi spiega quello che dovete sapere sui vostri pneumatici stradali, così da fare chiarezza su un tema importante in pista quanto in strada per la sicurezza

Quando sono da cambiare gli pneumatici delle nostre moto? Una domanda che molti motociclisti si fanno e a cui si deve rispondere con chiarezza per scacciare alcuni miti che conducono a errori. Un bravo pilota sa che una delle parti più importanti della sua moto, che influenza direttamente le prestazioni e soprattutto la sicurezza, sono le gomme, perché sono l’unica parte in diretto contatto con l’asfalto, l’elemento di congiunzione tra il mezzo meccanico e la strada. Tuttavia la povertà di informazioni ha creato dei miti sulla vita degli pneumatici per moto. Bihr Iberia, con la collaborazione delle migliori marche di pneumatici, ha sviluppato un’indagine interessante, che aiuta a smentire le dicerie che creano confusione sul mercato e al consumatore.

Perché uno pneumatico nuovo invecchia, ma non scade. Marchi prestigiosi come Bridgestone, Continental, Dunlop, ITP, Kenda, Metzeler, Michelin, Pirelli e Mitas, distribuiti in Spagna e Portogallo da Bihr rivelano alcune verità. Il distributore spagnolo vuole raccogliere tutte queste informazioni per insegnare a interpretare i dati chiave che appaiono sugli pneumatici così come per far conoscere ai consumatori concetti come la vita utile di un pneumatico, come i produttori raccomandano di fare, e come gli stessi operatori di Bihr li controllano per mantenerli in condizioni ottimali fino alla vendita.

Pneumatici stradali: la legislazione sulla data di scadenza

La prima cosa importante per potersi informare sulla scadenza degli pneumatici delle moto è sapere quello che dice la legge. La direttiva 92/93 CEE del Consiglio del 31 Marzo 1992 stabilisce le condizioni di omologazione degli pneumatici, e in essa non vi è alcuna sezione che dice che gli pneumatici di moto hanno una data di scadenza o di invecchiamento. Inoltre l’ETRTO (European Tyre and Rim Organisation) che stabilisce i requisiti per pneumatici fabbricati e commercializzati nell’Unione europea, non parla di alcun limite sulla vita degli pneumatici di moto.

Pneumatici stradali: a cosa corrispondono i numeri che appaiono sul fianco degli pneumatici di moto?

I fabbricanti incorporano informazioni importanti sul fianco dei vostri pneumatici per motociclette, però è necessario saperle comprendere. Il primo dilemma a cui il consumatore è solito imbattersi è l’interpretazione del DOT. Questo codice è stampato sul fianco del pneumatico e indica la data di fabbricazione, non la scadenza o la fine della sua vita utile. Pertanto, i consumatori devono saperlo leggere correttamente, perché, oltre alla data esatta di produzione, specifica azienda, stabilimento e lotto di produzione della gomma.

Le ultime quattro cifre sono la data di produzione, dove le prime 2 fanno riferimento alla settimana e le ultime 2 all’anno. Per esempio: DOT X00X 00X0 1417: Settimana 14 del 2017. Questo codice è stato creato dal Dipartimento dei trasporti statunitense – Department of Transportation (DOT) – per migliorare la tracciabilità del pneumatico durante il periodo prima del montaggio su veicolo. E anche quei modelli che non hanno il DOT (e per tanto, non possono essere commercializzati negli USA) si possono decifrare con le quattro cifre corrispondenti alla data di fabbricazione.

gomme pirelli

Pneumatici stradali: il segreto di gomma

Tutte le marche menzionate prima fabbricano i loro pneumatici aggiungendo al composto di gomma sostanze che ritardano l’invecchiamento (intendendo per invecchiamento il processo chimico e fisico di degradazione che soffre la gomma) in modo che possano essere sicuri che si mantengano in buone condizioni fino a che sia necessaria la loro sostituzione. L’invecchiamento in uno pneumatico nuovo, avviene molto lentamente, e sempre che si mantenga correttamente. Ne consegue che si preservano le proprietà del prodotto nuovo per un lungo tempo.

Se viene conservato nella maniera adeguata lo pneumatico di moto si conserva in condizioni ottimali fino a 6 anni dopo la sua data di produzione, secondo il produttore e come da raccomandazione generale può essere venduto e usato incondizionatamente come un nuovo prodotto. La perdita di benefici non è correlata con la sua data di produzione ma con condizioni di conservazione e di utilizzo, a meno che un pneumatico non sia difettoso.

Pneumatici stradali: la durata di vita

La vita utile di un pneumatico di moto comincia quando viene montato sul veicolo, indipendentemente dalla data di fabbricazione del pneumatico. Poiché le condizioni di impiego e di stoccaggio sono variabili in ogni utente e fornitore, non è possibile prevedere con precisione la durata di ogni singolo pneumatico. Ma l’ETRMA (Associazione Europea dei Produttori di Pneumatici) raccomanda di verificare i pneumatici almeno una volta all’anno, a partire dai 5 anni dall’installazione, anche se viaggiano per pochi km all’anno. E deve essere sostituito con uno nuovo ogni pneumatico con più di 10 anni dalla data di fabbricazione, a prescindere dal loro aspetto fisico, anche se il copertone non ha raggiunto il minimo legale di battistrada residuo al fine di evitare eventuali problemi che riguardano la sicurezza.