Biaggi a Sepang, ultima emozione in Superbike 2015

Il mondiale di Superbike dopo il round malese è ormai praticamente chiuso. Aprilia e Ducati ci regalano ancora emozioni con Biaggi e Davies. Domenica riflettori accesi sulla MotoGP a Indianapolis

Da Sepang a Indianapolis, dalla Superbike alla MotoGP. Ma prima di parlare di Indianapolis conviene fare alcune considerazioni su una gara molto bella, forse poco vista perché nel mezzo dell’estate, ma sicuramente una gara che ci dà grandi indicazioni. La prima è che Jonathan Rea è ormai realmente, matematicamente (sei punti in tre gare li potrebbe anche prendere correndo a piedi), il nuovo campione del mondo. Meritatissimo. Tom Sykes si è schiantato di nuovo in questa gara. In Gara uno è successo quando ormai era tranquillo al primo posto e ha distrutto ancora una volta le gomme finendo secondo, terzo e all’ultimo giro quarto, quinto lasciando via libera a un Biaggi strepitoso, storico e leggendario sul podio.

Questa Aprilia di Biaggi sul podio ci dice però che la casa di Noale ha sbagliato davvero tutto a prendere Haslam e Torres e a non puntare su Melandri, ora sostituito da Bradl a Indianapolis. L’Aprilia deve dunque fare punto e capo perché ha la moto più vincente degli ultimi sei anni. Quindi una stagione 2015 sprecata.

Chi è risorto invece prepotentemente dalla Malesia è la casa che ha perso un fantastico Davide Giuliano ma ha un grandissimo Chaz Davies: un’altra vittoria per il britannico in Ducati, conquistata con un colpo di carena magistrale a muso duro, veramente splendida gara e vittoria in gara 2 davanti a Jonathan Rea e Torres. Quindi è una situazione veramente interessante per quanto riguarda le case italiane ma il mondiale è ormai chiuso e va ancora una volta ad un pilota britannico.

Ad Indianapolis sarà invece una gara tutta da seguire: alle 17 la Moto3 e alle 20 la MotoGP. Valentino Rossi rimane l’obiettivo di questa stagione. Il pilota più completo, più maturo e più determinato a compiere questo miracolo. Quindi sarà una gara da seguire assolutamente perché i motivi di interesse sono veramente tanti e le gare della MotoGP quest’anno sono al top assoluto.

1 COMMENTO