F1, Ricciardo incorona Verstappen: «E’ il compagno più forte che ho avuto»

daniel ricciardo
@IMAGEPHOTOAGENCY

Il pilota australiano della Red Bull celebra l’olandese e lo indica come il più duro da battere tra i piloti con cui ha diviso il box

Max Verstappen meglio di Sebastian Vettel o, quantomeno, più difficile da affrontare come compagno di squadra. E’ questo il pensiero di Daniel Ricciardo, che ha parlato ai microfoni della tv britannica Channel 4 confrontando i due piloti più chiacchierati del momento, specie dopo l’incidente al via del Gran Premio di Singapore che potrebbe aver indirizzato pesantemente le sorti del campionato del mondo. Il pilota australiano della Red Bull ha spiegato che: «Verstappen tra i compagni di squadra che ho avuto è sicuramente quello più difficile da battere. Non voglio sminuire Seb, perché è stato ed è tutt’ora un gran pilota, ma credo che Max sia stato il più difficile. Spero che lui dica lo stesso di me». Un’analisi interessante, perchè Ricciardo è stato compagno di squadra di Vettel in Red Bull nel 2014, quando Sebastian era da 4 anni campione del mondo in carica, mentre il palmares di Verstappen è ancora tutto da costruire. Per certi versi però l’osservazione è condivisibile, quantomeno guardando le cose dal punto di vista di Daniel.

Nel suo anno in Red Bull con Vettel il pilota australiano disintegrò, sportivamente parlando, il campione tedesco: 3 vittorie contro le zero di Vettel, 8 podi a 4 e il 3° posto nel campionato del mondo con Seb che chiuse la stagione solo 5°. Diverso il duello con Verstappen: estremamente equilibrato lo scorso anno, con l’olandese in grado di vincere alla prima gara con i ‘bibitari’ e capace di mettere spesso in difficoltà Daniel, più sbilanciato verso l’aussie quest’anno grazie alla maggiore costanza di Ricciardo e ai tanti problemi meccanici patiti da Max. Sarebbe sbagliato dunque cercare nelle parole del numero 3 della Red Bull una provocazione o una critica nei confronti di Vettel; quel che è certo è che a maggior ragione dopo la gara di Singapore la Red Bull diventerà ancor più arbitro di questo testa a testa tra Ferrari e Mercedes. A Vettel per avere qualche speranza di titolo non basterà più battere Hamilton, ma dovrà cercare mettere tra lui e il britannico proprio le vetture austriache. E chissà che una mano non possa dargliela proprio il suo ex compagno di box.