SBK Imola, Davies fa doppietta con la Ducati

GARA2 SBK IMOLA
@DUCATI

Grande doppietta di Chaz Davies a Imola, nel quinto round del mondiale. Il pilota gallese rilancia le proprie quotazioni nel mondiale, ma Rea resta lontano

Chaz Davies si conferma il re incontrastato di Imola, cogliendo una doppietta davvero fondamentale nel quinto round del mondiale SBK 2017, e dimostrando di essere ancora in lotta per il titolo nonostante il grande vantaggio di Jonathan Rea, due volte secondo sulle rive del Santerno.  Sembrava impossibile replicare l’impresa del 2016 contro un Jonathan Rea stellare come quello di questa stagione, ma Davies ha imposto la propria legge a Imola. Dopo aver dominato Gara 1 con una fuga esaltante ed assolutamente impossibile da replicare per chiunque, il gallese in sella alla Panigale si è preso il lusso di ripetersi in Gara2, nonostante la griglia invertita, nonostante lo stress causato da una bandiera rossa ad inizio gara che ha costretto la Race Direction a far ripetere le operazioni di partenza.

Jonathan Rea ha tentato in ogni modo di arginare lo straripante dominio di Davies a Imola, ma questa volta anche il due volte campione della Kawasaki si è dovuto piegare davanti ad un binomio Davies-Panigale assolutamente di un altro pianeta. Sarà la conformazione del tracciato, oppure un particolare feeling tra il pilota Ducati e questa magnifica pista. Ma sembra che l’accoppiata formata dal gallese e dalla Panigale su questa pista sia in questo momento fuori portata per chiunque.

Il terzo gradino del podio è stato conquistato da Tom Sykes, che approfittando della griglia invertita aveva anche tentato una fuga nelle fasi iniziali della gara. Ma anche il team mate di Rea è caduto nella trappola di Davies, che dopo essersi messo in coda al buon Tom, si è limitato a macinare giri record per riprenderlo e passarlo in assoluta scioltezza.

Lontani tutti gli altri rivali, con Xavi Fores che è riuscito a precedere sul traguardo l’ufficiale Marco Melandri, strappando il quarto posto ai piedi del podio con un risultato di prestigio per il Barni Racing. Melandri non è riuscito ad affondare il colpo passando lo spagnolo, chiudendo la gara a meno di due decimi dal rivale.

Buona seconda manche di Lowes, che porta la Yamaha R1 al sesto posto, ma il distacco con Davies è quasi imbarazzante. L’inglese gemello di Sam, impegnato in Aprilia in MotoGP, ha incassato la bellezza di oltre 32 secondi dalla Panigale n°7, ed è palese che ci sia qualcosa che ancora non funziona nel progetto della Casa di Iwata in SBK.

Jordi Torres è riuscito a prendere parte a Gara 2 dopo essere stato costretto a saltare la prima frazione a causa di una violenta gastroenterite, ed è arrivato ottavo alle spalle di Eugene Laverty, protagonista del pauroso incidente che ha posto fine anzitempo a Gara 1.

Poche gioie per l’Italia in SBK, perchè dopo il quinto posto di Melandri e la gioia per la vittoria di una Ducati, si registra la tredicesima posizione di Lorenzo Savadori, che non si è mai espresso ai suoi consueti livelli a Imola. Raffale De Rosa non ha ritrovato ancora tutti gli automatismi e si deve accontentare del sedicesimo posto.

Come sempre merita un grandissimo plauso Leon Camier, capace nelle prime fasi di gara di restare saldamente in seconda posizione e tenendo il passo di Sykes, prima di cadere rovinando un weekend fino a quel momento assolutamente perfetto. I risultati di questo britannico in sella ad una vetusta MV F4 dovrebbero far riflettere fior di Team Manager nel paddock SBK.

Con questa doppietta ad Imola, Chaz Davies si avvicina leggermente a Jonathan Rea e portando il distacco a quota 74 punti. E’ ancora una distanza siderale, ma se Davies dovesse riuscire a mettere diverse vittorie in fila qualsiasi errore di Rea potrebbe rimettere tutto in gioco molto rapidamente. Il campione del mondo guarda quindi tutti dall’alto dei suoi 235 punti, con Davies a 161. Sykes scende al terzo posto nella generale a quota 160, mentre Marco Melandri resta quarto a 124, quasi la metà dei punti di Rea.

Questa la classifica di Gara 2 SBK a Imola:

1 C. DAVIES GBR Aruba.it Racing – Ducati Ducati Panigale R 18
2 J. REA GBR Kawasaki Racing Team Kawasaki ZX-10RR 18 3.739
3 T. SYKES GBR Kawasaki Racing Team Kawasaki ZX-10RR 18 4.342
4 X. FORÉS ESP BARNI Racing Team Ducati Panigale R 18 14.441
5 M. MELANDRI ITA Aruba.it Racing – Ducati Ducati Panigale R 18 14.596
6 A. LOWES GBR Pata Yamaha Official WorldSBK Team Yamaha YZF R1 18 32.214
7 E. LAVERTY IRL Milwaukee Aprilia Aprilia RSV4 RF 18 33.919
8 J. TORRES ESP Althea BMW Racing Team BMW S 1000 RR 18 35.932
9 M. VAN DER MARK NED Pata Team Yamaha YZF R1 18 36.099
10 L. MERCADO ARG IODARacing Aprilia RSV4 RF 18 37.621
11 R. RAMOS ESP Team Kawasaki Go Eleven Kawasaki ZX-10RR 18 40.395
12 N. HAYDEN USA Red Bull Honda CBR1000RR 18 43.738
13 L. SAVADORI ITA Milwaukee Aprilia Aprilia RSV4 RF 18 48.589
14 S. BRADL GER Red Bull Honda CBR1000RR 18 54.649
15 R. KRUMMENACHER SUI Kawasaki Puccetti Kawasaki ZX-10RR 18 54.916
16 R. DE ROSA ITA Althea BMW Racing Team BMW S 1000 RR 18 56.434
17 O. JEZEK CZE Grillini Racing Team Kawasaki ZX-10RR 18 1’15.311