MotoGP Austin, Valentino Rossi: «Adesso ho davvero feeling»

valentino rossi
@YAMAHA

Valentino Rossi è stato protagonista del suo miglior inizio weekend ad Austin,

Valentino Rossi può essere soddisfatto del quarto posto conquistato nelle sessioni di libere ad Austin, soprattutto se rapportiamo questo risultato con i disastrosi venerdì del Qatar e dell’Argentina. La M1 è competitiva, e sembra soffrire meno della Honda e della Ducati le buche disseminate sul tracciato del COTA. Vinales riesce a sfruttarla ancora meglio, ma il box sta lavorando e il cambiamento delle temperature previsto per sabato potrebbe favorire una certa variazione dei valori visti in campo.

Valentino Rossi dopo la fine delle sessioni ha anche parlato di quanto incida la mancanza delle alette su un tracciato come quello di Austin: «Su questa pista le alette avrebbero aiutato. Ci sono parecchie accelerazioni da bassa velocità, ma ci sono anche tanti cambi di direzione, perciò preferiamo utilizzare la carena tradizionale. E’ stata una partenza senza dubbio migliore rispetto alle prime due gare, che in effetti sono state un disastro. Penso sia molto importante per noi, perchè non abbiamo cambiato molto il setup da quello utilizzato in Argentina ed abbiamo cercato di capire se la moto potesse funzionare cos anche su questa pista, che è molto diversa. In effetti anche nella prima sessione ero in top ten e non lontano dal top. Sembra che dovremo fare qualche piccola modifica, ma adesso abbiamo una conoscenza maggiore del setup di base».

Rossi è convinto che la squadra al box abbia trovato in Argentina qualcosa di molto importante, quella famosa base su cui lavorare ogni week end di gara. «Nel pomeriggio ho fatto un giro molto veloce con le gomme più morbide e mi sono ritrovato quarto, ma dobbiamo lavorare sul passo. Specialmente sulla frenata, perchè abbiamo ancora problemi a fermare la moto, ma di certo rispetto a Qatar e Argentina è un inizio migliore. Dopo il Qatar mi sarei aspettato risultati migliori, ma in Argentina ho sofferto molto all’inizio. Lì abbiamo modificato il bilanciamento della moto ed ora ho un feeling maggiore. Secondo me, abbiamo capito qualcosa di molto importante».

Nell’altra metà del box Yamaha, Maverick Vinales è soddisfatto a metà. Dopo aver strappato la vetta della classifica nella prima sessione di libere, lo spagnolo si è dovuto inchinare al dominio di Marquez ed ha subito anche il ritorno di Zarco, vera sorpresa della giornata in sella alla M1 del Tech3: «Sono davvero felice, abbiamo lavorato molto duro in vista della gara. Ho abbastanza fiducia, so che possiamo fare un ottimo lavoro. Sto lavorando bene, sto lavorando molto duramente sulla moto e mi sento ad un ottimo livello. Dobbiamo ancora migliorare con l’elettronica in alcune aree. Mi sento bene e questo è molto importante, sono molto concentrato e stiamo facendo un lavoro teso a migliorare le cose step by step. La cosa importante è lavorare sulla gara, prepararsi bene per gli ultimi dieci giri, perchè è lì che possiamo migliorare».