MotoGP, Folger out – Nozane in: terzo giapponese in gara a Motegi

MOTOGP NOZANE
@YAMAHA TECH3

Anche Jonas Folger dovrà dare forfait dal GP di Motegi per un virus e la sua sella sarà occupata da Kohta Nozane, tester Yamaha in Giappone

Il numero di piloti giapponesi in gara a Motegi sale a quota tre con l’abbandono da parte di Jonas Folger, che deve rinunciare a disputare la gara per un virus. A sostituire il tedesco sulla sella della M1 del Tech3 sarà infatti Kohta Nozane, tester giapponese della Yamaha e per la prima volta in gara in MotoGP. Folger è tornato di fretta in Germania per tentare di recuperare ed essere in gara almeno a Phillip Island, ma non è da escludersi l’ipotesi che la sua assenza si possa protrarre anche ad almeno un altro GP del trittico, che come sempre miete vittime illustri vista l’impossibilità di recuperare tra un round e l’altro.

Ovviamente è entusiasta il pilota giapponese Nozane, lanciato alla ribalta da questa grande opportunità offerta dalla squadra di Hervè Poncharal: «E’ una grandissima sorpresa per me! Ancora non riesco a credere che correrò nel Gran Premio del Giappone. Motegi è la mia pista preferita, ed ho guidato spesso qui la Yamaha M1 con gomme Michelin qui perchè sono un tester. Sarà un onore correre nel mio GP di casa come pilota MotoGP. Desidero ringraziare il Team Yamaha Monster Tech3 per la grande opportunità che mi sta dando»

 

Anche il manager Herve Poncharal ha commentato l’ingaggio del pilota che è avvenuto davvero in tempi fulminei: «Dopo la brutta notizia dell’abbandono di Folger, sono felice di annunciare che il lato del #94 del box sarà in gara questo weekend. Siamo orgogliosi di annunciare che Kohta Nozane correrà per noi. E’ un pilota molto importante per la Yamaha ed ha corso in molti campionati, compreso il campionato mondiale Endurance. Quando abbiamo saputo che Jonas non avrebbe corso, abbiamo parlato con Yamaha e ci sembra una scelta perfettamente sensata quella di mettere Nozane in sella. Conosce benissimo Motegi e credo che abbia anche vinto qui una gara nel campionato giapponese SBK in questa stagione. Ha provato la M1 a Gennaio e questo lo aiuterà tantissimo. Non ci aspettiamo troppo, perchè è una singola opportunità e lui non ha molta esperienza in MotoGP. In ogni caso sarà interessante vedere la competizione tra lui e Nakasuga, il suo mentore, che è in gara con un’altra M1 wild card. Siamo felici di avere due piloti per il Tech3 in questo weekend. Non metteremo alcuna pressione su Nozane e vogliamo solo ringraziarlo e ringraziare i Sig. Tsuji e Tsuya di Yamaha per questa opportunità. Speriamo di offrire a Nozane una bela esperienza, che possa aiutarlo a crescere come pilota e come pilota MotoGP in futuro. Adesso vediamo cosa succede, ed affrontiamo un weekend in cui potrebbe piovere. In ogni caso, voglio ringraziarlo ed accoglierlo con affetto nel team».