MotoGP, Marc Marquez: 25 cadute in una stagione ed un probabile 6° titolo

MARC MARQUEZ
@MOTOGP

Marc Marquez spinge così tanto al limite la propria Honda da detenere il record di cadute in stagione nel 2017, con un conteggio da capogiro

Le cadute nella MotoGP sono molto diverse rispetto a quelle che avvenivano ai tempi della 500 GP. A quei tempi, la caduta che più spesso colpiva un pilota era causata da un High Side, con il posteriore che si comprimeva fino al punto da diventare una sorta di catapulta in grado di lanciare a diversi metri di altezza lo sventurato rider. Abbiamo ben impresse in mente le immagini di piloti come Randy Mamola, che riusciva spesso a recuperare da questo genere di episodi, evitando anche cadute potenzialmente molto pericolose. L’avvento del 4 tempi con la MotoGP e l’ingresso massiccio dell’elettronica nella gestione del grip e della potenza, hanno modificato tantissimo la dinamica delle cadute, passando da una grande maggioranza di High Side al polo opposto, ovvero il Low Side.

Mentre la dinamica High Side era molto pericolosa, il Low Side si trova all’esatto opposto: si verifica infatti la chiusura dell’anteriore per perdita di aderenza dello pneumatico anteriore, e spesso questa dinamica avviene a bassa velocità in ingresso curva, quindi al termine di una frenata. Altra caratteristica di questo tipo di cadute, è che il pilota è molto spesso piuttosto vicino al suolo, magari al massimo angolo di piega che corrisponde ad oltre 55 gradi di inclinazione. Facile comprendere che il mix tra queste due condizioni generi cadute poco pericolose per i piloti.

Ed è proprio questo il genere di cadute in cui incappa con una continuità impressionante Marc Marquez. Lo spagnolo nel 2017 detiene il record di cadute per la MotoGP, con la bellezza di 25 tuffi nella ghiaia collezionati finora. Questo conteggio potrebbe aumentare a Valencia, quando lo spagnolo avrà a disposizione quattro sessioni di prove libere, le qualifiche, il warm up e plausibilmente la gara per aumentare il record. Eppure lo spagnolo conduce con sicurezza il mondiale ad una sola tappa dal finale di stagione e sembra l’unico davvero in grado di portare al limite la Honda RCV 213.

In una video intervista effettuata dal sito Gpone.com, a Marquez è stato chiesto da Paolo Scalera come faccia a cadere senza farsi mai nulla, e lo spagnolo ha spiegato la cosa sottolineando i suoi continui allenamenti per migliorare forza ed agilità. In pratica Marquez si allena a cadere, o almeno si allena per farsi trovare pronto al 100% in caso di caduta. E’ innegabile che in alcune cadute del 2017, Marquez abbia messo in mostra un’agilità degna del più inafferrabile dei gatti, riuscendo ad evitare problemi potenzialmente enormi. In ogni caso, quando hanno chiesto a Marquez perchè cada tanto la risposta è arrivata senza troppi tentennamenti: «Cado perchè spingo al 100% dal primo minuto della FP1 all’ultimo giro di gara. E’ il mio modo di correre, e finora mi ha fatto vincere 5 titoli di campione del mondo». Il sesto è dietro l’angolo, nonostante 25 cadute in una stagione.