MotoGP, Miller subito innamorato della Ducati: «Si adatta al mio stile»

jack miller
@Red Bull

L’australiano è molto soddisfatto dei primi chilometri percorsi con la moto di Borgo Panigale: «Mi sto divertendo molto, mi ha stupito la stabilità in frenata»

Abbiamo spesso sentito nel corso degli anni molti piloti avere difficoltà nell’adattarsi ad una nuova moto, in particolare quando si è trattato di ‘sbarcare’ nel mondo della Ducati, notoriamente un cavallo bizzoso e difficile da gestire, basti pensare alle difficoltà avute nel passato da un pilota del calibro di Valentino Rossi o ai tempi lunghi che ha dovuto impiegare quest’anno Jorge Lorenzo prima di sentirsi a suo agio sulla Desmosedici. Sembra invece non essere così, almeno per il momento, per Jack Miller: l’australiano ha lasciato la Honda del team Marc VDS per sedersi a partire da questa mattina sulla ‘rossa’ di Borgo Panigale del team Octo Pramac e le prime sensazioni sono state ottime: «Mi sto divertendo molto» ha spiegato il ventiduenne di Townsville «sulla moto non ho toccato nulla, mi ci sono seduto sopra e ho pensato solo a guidare. Sono subito arrivati buoni riscontri, sto girando ad appena 3 decimi dal miglior tempo che ho fatto nel fine settimana».

Un feeling sbocciato subito, non solo con la moto ma anche con la sua nuova squadra: «Mi sento a mio agio, nel box si lavora bene e sono tutti calmi, mi piace». Miller ha poi spiegato più nel dettaglio le sue impressioni: «Si tratta semplicemente di una moto diversa rispetto a quella a cui ero abituato. Impenna meno, è meno nervosa e tutto questo mi permette di concentrarmi maggiormente sulla guida…ho anche fatto delle belle derapate con le gomme usate! Sul dritto ovviamente va molto bene, ma mi ha stupito l’anteriore: ha una grande stabilità in frenata e devo ancora capire quale sia il limite. Mi piace come entra in curva e penso che giri bene». Per essere il primo giorno di test sembra davvero che non potrebbe andare meglio per Miller:«Devo solo continuare ad adattarmi alla moto: serve più tempo, ma sono già felice».