MXGP, Tony Cairoli rinnova fino al 2020 con KTM

cairoli
De Carli Racing

Ad una settimana dall’inizio della nuova stagione MXGP in Argentina, arriva l’annuncio ufficiale del rinnovo del campione siciliano con la KTM per i prossimi due anni

Antonio Cairoli non si accontenta, vuole puntare a vincere nuovamente il titolo iridato per continuare a infrangere record su record. Per capire al meglio l’impatto che questo cannibale ha avuto nella Motocross, occorre osservare le sue brillanti statistiche e il suo ricco palmares: vanta nove titoli (sette nella classe regina dal 2009, di cui sei con la KTM), 213 presenze in GP, con 83 vittorie e 145 podi, 163 vittorie di manche.

I numeri parlano chiaro, peccato che, almeno in Italia, Tony Cairoli sia estremamente sottovalutato, come succede ad altri campioni locali di sport di nicchia. Un pilota con la sua storia non può essere così poco proclamato e riconosciuto. il bello che deve compiere ancora trentatré anni, quindi può continuare a dominare ancora per anni in questo palcoscenico.

Il pilota nativo di Patti, ha dichiarato subito dopo il rinnovo del contratto giovedì a Roma alla presenza del Team Manager Claudio De Carli e del Direttore Sportivo KTM Pit Beirer: «Sono davvero felice di questo annuncio, perché abbiamo già fatto la storia nel 2010 lottando con la 350 SX-F, contro i 450, e abbiamo vinto quella sfida. Mi sento parte di KTM per quel titolo molto importante e da allora l’azienda è cresciuta molto. Ho fatto molti sacrifici per vincere e sono molto orgoglioso di far parte di questo gruppo. la KTM è il produttore di moto fuoristrada numero uno al mondo. Sono felice di continuare e di fare altri due anni, e di provare a vincere altri titoli. Sono molto motivato per le prossime stagioni».

Cairoli
@MXGP

Infortuni a parte, che in questo sport hanno una rilevanza e purtroppo una frequenza disarmante, Cairoli è il grande favorito per la vittoria del campionato mondiale ed è apparso subito in palla in questo inizio di stagione, grazie alla convincente vittoria negli Internazionali d’Italia. Non ci rimane che aspettare con trepidazione la gara inaugurale della stagione in Patagonia tra una settimana, per cullare insieme al campione siciliano il nostro sogno.

Consulta anche il Calendario MXGP 2018