Pole di Pedrosa a Sepang, Rossi in prima fila

pedrosa-sepang 2015

Dopo i fiumi di inchiostro sulle dichiarazioni di Valentino Rossi, la parola passa alla pista per le qualifiche alla gara di Sepang, penultima tappa di questo fantastico mondiale

Lasciate alle spalle le polemiche che da giovedì tengono banco, la Q2 inizia nel segno di Bradley Smit, efficacissimo con la sua M1 di Tech3. Nella sua scia Maverick Vinales, che sta entra in Q1 assieme al britannico della Yamaha, dove troverà anche il compagno di Team Espargaro.

Ottima performance dell’Aprilia con Bradl, che riesce ad issarsi in quattordicesima posizione assoluta, e qualche difficoltà per il ternano della Ducati Danilo Petrucci, che precede il tedesco ma non riesce ad entrare in Q2 con la sua GP14.2 .

Uno spavento tocca invece a Jack Miller, alfiere della Honda LCR, che fa una scivolata e vede la propria moto andare a fuoco un attimo prima che i marshall intervenissero con l’estintore.

Inizia la Q2 e si forma un trenino in pista composto da Marquez, Lorenzo e Iannone tutti in fila, quasi a volersi trascinare l’uno con l’altro nel time attack. La manovra riesce nel primo tentativo e i tre piloti si mettono davanti a Valentino Rossi. Ma la prima impresa la fa Dani Pedrosa, che stampa subito un incredibile 59.0 staccando di sei decimi il compagno di team e lasciando subito il segno sulla pista di Sepang. Anche Dovizioso dà qualche segno di ripresa e riesce ad arpionare la sesta piazza alle spalle di Valentino Rossi e non lontanissimo dai primi.

Marquez si lancia subito all’inseguimento del compagno nel tentativo di abbattere la barriera del 59, ma commette un errore e va largo bruciando il secondo tentativo tirando fuori un numero d’alta scuola per non cadere. Contemporaneamente Rossi e Iannone sono attaccati tra loro e cercano di scalare la classifica, con il pilota della Ducati che quasi aiuta Valentino trainandolo in scia e lo proietta al quarto posto chiudendo parte del gap. Nel frattempo anche Pedrosa rientra in pista e si dimostra di nuovo velocissimo, riuscendo a girare vicino al proprio precedente limite con un tempo ancora lontano dai riferimenti dei rivali, nettamente in maggiore difficoltà.

Tutti i piloti entrano in pista per l’ultimo tentativo utile a cercare di conquistare la pole in Malesia, ma Pedrosa resta un riferimento inavvicinabile per tutti. Marquez copre le spalle al compagno di squadra e la sorpresa dell’ultimo secondo viene da Valentino Rossi, che fa una prodezza all’ultimissimo tentativo andando a strappare la prima fila al compagno Lorenzo per 11 millesimi.

Jorge Lorenzo non riesce a migliorarsi e si ritrova quarto stretto nella morsa di Rossi e Crutchlow, quinto in griglia ed a proprio agio con la Honda RCV. Sesto Iannone, che non riesce ad arginare il britannico di LCR ma agguanta ugualmente la seconda fila, ottimo punto di partenza per la gara.

Le qualifiche di Sepang si chiudono con la conferma di una Honda in forma smagliante, che riesce anche a piazzare Crutchlow nella top five. Le Yamaha sono messe altrettanto bene sul passo gara, ma sul giro secco questa volta sono decisamente indietro. Rossi sorprende tutti battendo Lorenzo e artigliando una prima fila che solo ieri sembrava un miraggio dopo un venerdì complicato.

Schermata 2015-10-24 alle 11.31.52