Superstock | Razgatlioglu vince il titolo. Savadori vola a Misano

A Misano Stock 600 e Stock 1000, due risultati ben diversi. Triofano Razgatlioglu e Savadori

La prima vittoria italiana di un grande Caricasulo coincide però con la conquista del titolo di questo fenomeno che è il pupillo di Sofouglu, Razgatlioglu che ha vinto il titolo pur arrivando dietro. Razgatlioglu ha ormai chiuso i conti ed è un giovane da tenere veramente d’occhio. Noi abbiamo messo in luce Caricasulo e altri ragazzini però in questa cilindrata, onore al merito: il turco è stato veramente imprendibile, veramente il migliore come controllo assoluto della sua moto.

Vediamo invece alle note molto positive. Binomio italiano saldamente al comando: un’altra vittoria per Savadori. Un pilota che lo scorso anno ha gettato al vento in un modo incredibile un campionato ormai acquisito, quest’anno lo sta riagguantando. Savadori ha 34 punti su 50 a disposizione di vantaggio sugli avversari ma quello che ci ha reso estremamente orgogliosi e felici è stata una battaglia tutta italiana. Savadori ha battuto la Ducati Althea guidata da un fantastico De Rosa, una rivelazione Tamburini con la BMW in terza posizione, vincitore della gara di Portimao. Poi si è inserito Calia quindi quattro italiani nelle prime quattro posizioni a testimonianza che insomma dietro a Davide Giugliano, Canepa e Baiocco abbiamo una pattuglia di ragazzi che possono giocare il ruolo di eredi di questa scuola della Superbike che parla solo britannico e che convince poco con questi inglesi. Quindi forza Savadori, De Rosa, Tamburini e Calia.