Supersport Lausitzring, Morais vince, Sofuoglu a -1 da Mahias

SSP
@YAMAHA

Prima vittoria in carriera per il sudafricano Sheridan Morais al termine di una gara spettacolare. Crash per Caricasulo investito da Mahias, ma rider ok

Gara come sempre pazzesca ed incredibile quella della Supersport. Anche al Lausitzring non sono mancati i colpi di scena tra errori, ritiri ed un grosso spavento per il crash del nostro Federico Caricasulo investito dalla moto del suo compagno di squadra Lucas Mahias. Bandiera rossa e gara interrotta a 2 giri dalla fine con classifica relativa al giro precedente. Si ferma in qualche modo la rincorsa di Sofuoglu ma il turco mette il fiato sul collo ancora di più a Mahias, ora lontano solo 1 punto (121 a 120 per Mahias).

Sheridan Morais, dopo la pole conquistata ieri, si porta a casa anche la prima vittoria in carriera. E’ la prima vittoria di un pilota sudafricano nel Mondiale Superbike ed anche la seconda per il team Kallio Racing Yamaha che portava in pista le Yamaha R6 2017 (quelle che hanno anche Mahias e Caricasulo). Morais, con la sua guida spettacolare, ha condotto la gara sino a quattro giri dalla fine quando Caricasulo ha rotto gli indugi e lo ha passato per mettersi in condizione di vincere la gara dopo il successo in Thailandia. La bandiera rossa però ha fermato la gara a 2 giri dalla fine riportando la classifica al giro precedente al crash e regalando quindi la vittoria a Morais davanti a Sofuoglu e Mahias con Cluzel al quarto posto.

Kenan Sofuoglu conclude al secondo posto un weekend abbastanza problematico per lui ed il team Puccetti. Il fenomeno turco come sempre ci mette del suo e, prima dello stop della gara, era riuscito anche a prendere il comando delle operazione dopo uno splendido sorpasso su Caricasulo. Con il secondo posto, Kenan si porta a -1 da Mahias a 4 round dalla fine del Mondiale. Terzo e fortunatissimo Lucas Mahias dopo aver investito l’incolpevole compagno di box Caricasulo. Il francese rimane ancora leader della classifica anche se il suo vantaggio si è ridotto ad 1 solo punto. Per Mahias anche un errore abbastanza grossolano a metà gara ma è riuscito comunque a recuperare con giri record uno dopo l’altro.

Quarto è l’altro francese Jules Cluzel, a lungo in terza posizione ed autore di una bella battaglia con Sofuoglu ed il connazionale Lucas Mahias. Cluzel è quello che ne è uscito peggio dal crash Caricasulo-Mahias ritrovandosi quarto dopo aver cullato il sogno del podio. Quinto posto per Niki Tuuli, che partiva dalla P9 per effetto delle 6 posizioni di penalità, sesto Zanetti migliore degli italiani e migliore MV in pista, settimo Smith, ottavo West, nono Gradinger, decimo Stapleford.

In campionato Mahias mantiene il comando con 121 punti, Sofuoglu gli si fa sotto con 120, terzo è Morais a quota 101 davanti a Cluzel con 88, Jacobsen a 68 punti e Caricasulo fermo a quota 51 punti. Prossimo round del Mondiale Supersport in programma sul saliscendi di Portimao nel weekend del 15-17 settembre, quindi ancora quasi un mese di pausa prima di ritrovare le moto in pista.