Troy Bayliss in Flat Track AMA con una Scrambler!

Troy Bayliss in Flat Track

Presentato il modello della Ducati Scrambler in versione speciale con cui Troy Bayliss tornerà a correre in AMA Pro Flat Track

Dopo l’annuncio del ritorno alle competizioni di Troy Bayliss con la partecipazione a cinque gare dell’AMA Pro Flat Track 2015, è stata finalmente svelata la versione speciale della nuova Ducati Scrambler Full Throttle, con la quale il tre volte Campione del Mondo di Superbike parteciperà al campionato americano. La moto è stata realizzata dal team Lloyd Brothers Motorsports con il supporto di Ducati e la sponsorizzazione dello storico collezionista Jim Dillard.

Il debutto di Troy avverrà il 24 maggio presso il leggendario Springfield Mile a Springfield in Illinois, a fianco dell compagno di squadra Johnny Lewis.

E’ un ritorno alle origini per Bayliss che nel 2000, mentre stava disputando proprio negli States il Campionato AMA Superbike, fu chiamato dalla Ducati per sostituire l’infortunato Carl Fogarty nel Mondiale Superbike. Diventò poi una delle leggende di tutti i tempi.

Le corse di Flat Track sono una specialità molto popolare negli Stati Uniti e Troy Bayliss non è di certo nuovo a questo tipo di competizione. Dopo il ritiro dalla Superbike nel 2008 e il ritorno in patria, ha infatti ideato e promosso con successo il contest Troy Bayliss Classic in Australia, gareggiando con numerosi protagonisti del campionato AMA Pro Flat Track come Jared Mees, Sammy Halbert e Henry Wiles.

“Da ragazzo, mi sono fatto le ossa proprio con il Dirt Track e il Flat Track. Tutto ciò che ho imparato sullo sterrato mi è poi servito nella mia carriera in pista, e ritrovarmi ora al punto di partenza mi fa sentire giovane”, ha dichiarato Bayliss. “Sono contento di questa opportunità. Voglio divertirmi e partecipare al campionato americano. Sarà una bella sfida, ma non potevo non cogliere l’occasione di correre su una Ducati con Lloyd Brothers Racing, oltretutto con i colori Scrambler. Il Flat Track è sempre più popolare qui in Australia. Negli ultimi tre anni, ho organizzato e corso nel Troy Bayliss Classic ed è stato fantastico trovarsi fianco a fianco con specialisti del Flat Track. Sono veramente entusiasta di partire per gli Stati Uniti e ringrazio Ducati, gli amici del brand Scrambler, Ducati North America, Lloyd Brothers Motorsport e Jim Dillard per questa esaltante opportunità”.

Bayliss, 46 anni, ha centrato 94 podi in 152 gare di Superbike, tra cui 52 vittorie. Ha vinto la sua unica corsa in MotoGP come pilota wild-card nel 2006. Il suo curriculum decorato comprende anche un British Superbike Championship, che ha vinto nel 1999. Quest’anno era tornato in sella alla Ducati in WSBK in sostituzione dell’infortunato Davide Giugliano, partecipando alle prime due tappe in Australia e Thailandia. Poco più di un mese fa c’era stato un altro suo addio alle corse. Ora un altro ritorno. A quanto pare Bayliss non ce la fa proprio a stare lontano dalle competizioni. La pensione è ancora lontana.