Maverick Vinales vola nei test in Qatar

Lo spagnolo della Suzuki continua a sorprendere, con il miglior tempo della seconda giornata di test sul circuito di Losail. Oggi ultima tornata di test, con tantissimi interrogativi ancora aperti

La MotoGP edizione 2016 continua ad essere un oggetto poco chiaro. In questa seconda giornata erano in tanti ad aspettarsi l’ennesimo dominio Yamaha targato Jorge Lorenzo. Invece la moto che ha girato più forte sul tracciato Qatariano è stata la Suzuki GSX-RR di Maverick Vinàles.

Una moto che sta giungendo alla maturazione sportiva in pista e che può contare sul talento cristallino di un pilota davvero agguerrito per mettersi in mostra. Il connubio funziona bene ed oltre al giro veloce di giornata, sono le buone prestazioni sul passo che fanno preoccupare gli avversari, con Vinàles capace di girare spesso sul passo del 55 mentre piloti come Marquez continuano a faticare per abbattere il muro del 56.

Proprio Marc Marquez era chiamato oggi a dimostrare di poter essere della partita, e lo spagnolo ha preso l’impegno con eccessivo entusiasmo. Entrato in pista ha segnato dopo appena quattro giri il miglior tempo provvisorio della sessione, salvo poi scivolare e perdere nuovamente fiducia in un avantreno Michelin che continua a non interpretare al meglio. Le difficoltà della Honda ci sono, sono palesi ed a questo punto difficilmente risolvibili prima dell’inizio del campionato. Daniel Pedrosa ha segnato un tempo migliore di Marquez ma si piazza in ogni caso a quasi mezzo secondo dal vertice della classifica e soprattutto ha ottenuto questo riferimento nel suo ultimo giro di pista, a dimostrazione di una prestazione probabilmente voluta e cercata dopo una giornata deludente durante la quale non è quasi mai sceso sotto il muro del 57.

Si sono messe invece in mostra le Ducati ufficiali, che sono state veloci sia con Iannone che con Dovizioso e continuano a migliorare giorno dopo giorno, facendo davvero ben sperare per i tifosi delle Rosse. Andrea Iannone si è fermato a meno di un decimo da Vinàles, ma è soprattutto il Desmodovi a sorprendere. Ha infatti messo assieme una sequenza impressionante nel suo ultimo run, durante il quale ha anche ottenuto il proprio miglior tempo. A condire il tutto ci sono anche le ottime prestazioni di Scott Redding che sulla GP15 della Pramac si piazza al quarto posto mettendo anche in mostra un ottimo passo. Anche la GP14.2 che porta in pista Barbera si dimostra ancora una volta velocissima, con il quinto posto nella graduatoria dei tempi ed un ritmo che è migliore anche degli ufficiali Honda.

In Yamaha si è fatto il lavoro sporco nella giornata, senza mai puntare al tempone come dichiarato dagli stessi protagonisti. Valentino Rossi ha dichiarato che oggi si scopriranno davvero le carte, con i due alfieri Yamaha che probabilmente porteranno al limite il binomio Yamaha-Michelin, cioè quello che sembra rappresentare il riferimento per tutti. Jorge Lorenzo si è piazzato secondo in questa seconda giornata, ma ad appena un decimo da Vinàles, e soprattutto ha fatto una sequenza di 13 giri tutti su un passo molto consistente, dimostrandosi sempre più Martillo.

Oggi ultimo giorno di test prima dell’inizio del mondiale MotoGP 2016. Tutti i piloti si affronteranno a viso aperto e cercheranno anche il tempo alla fine della giornata. Probabilmente si girerà sotto il limite del minuto e cinquantacinque. Per oggi si gioca ancora, ma tra poco inizieranno le ostilità tra i piloti ed è giunto il momento per tutti di mostrare i muscoli.

PrintLetterQualifyReduced.pmt