MotoGP, Ciabatti temporeggia sul rinnovo di Lorenzo e Dovizioso

lorenzo dovizioso
@Ducati

Il direttore sportivo della casa di Borgo Panigale non si scompone dichiarando che valuteranno le scelte più opportune da compiere, in base al budget che avranno a disposizione

Dopo i rinnovi di Vinales e Marquez e lo slittamento dell’ufficialità di quello più atteso di Rossi, è lecito aspettarsi qualche aggiornamento in più sul fronte Ducati, visto che anche Lorenzo e Dovizioso sono in scadenza a fine stagione. Anche in questo caso la situazione appare ancora congelata e sotto controllo, con Dovizioso apparentemente favorito per una conferma, visto lo spettacolare secondo posto in classifica dello scorso anno e l’ingaggio meno oneroso rispetto al compagno di team più pagato in assoluto nel Motomondiale Lorenzo, che dovrà migliorare in questa nuova stagione per meritarsi una nuova chance in primis e un nuovo contratto da prolungare. Anche se, Paolo Ciabatti era stato piuttosto chiaro ed esplicito su un possibile rinnovo a cifre stellari del por fuera, definendo improbabile un rinnovo alle stesse cifre per Jorge. Ma alla fine contano i risultati e di conseguenza, se il maiorchino cambiasse regime, potrebbe guadagnarsi un prolungamento con ingaggio adeguato. Invece, appare improbabile una promozione per Danilo Petrucci, sempre più destinato a sposare un altro progetto al di fuori del mondo Ducati.

Proprio lo stesso direttore sportivo della Desmosedici, ha rilasciato delle dichiarazioni: «Abbiamo intenzione di aspettare alcune settimane. Questo ha diversi vantaggi, anche per i piloti. In primis, vediamo quali modifiche abbiamo apportato con la moto. Ovviamente, i soldi svolgono un ruolo essenziale negli accordi, ma non si tratta solo di ingaggio. Se un pilota sa di avere una moto ambiziosa, allora si siede al tavolo delle trattative con un atteggiamento diverso. Inoltre tra qualche tempo sapremo meglio quanto budget potremo investire nei piloti per prendere la decisione migliore possibile. Il nostro obiettivo sarebbe quello di mantenere entrambi i driver. Ma i soldi giocheranno un ruolo di primo ordine».

La perdita della sponsorizzazione di TIM ha limitato il budget MotoGP di Ducati e sembra che l’importo stanziato per la riconferma dei piloti sia di circa 11 milioni di euro. Questa cifra dovrà essere sufficiente per raggiungere l’obiettivo annunciato, ovvero mantenere gli attuali piloti, Dovizioso e Lorenzo. Per quest’ultimo ci sarà una diminuzione considerevole rispetto ai 12,5 milioni di euro ricevuti all’anno, per un totale di 25 milioni nelle stagioni 2017-2018. Immaginando che Dovizioso aumenti i suoi successi, con sei vittorie e un titolo mondiale sfiorato lo scorso anno, Lorenzo dovrà sicuramente rivedere molto il suo obiettivo, anche economico.