MotoGP, l’infortunio di Rossi apre le porte a Zarco

Johann Zarco Silverstone
@Yamaha Tech3

Si fa sempre più insistente l’indiscrezione che vedrebbe in  Johann Zarco il perfetto sostituto di Valentino Rossi in sella alla Yamaha ufficiale

Valentino Rossi dopo l’infortunio subito durante un allenamento in enduro sarà costretto a saltare alcune gare del Mondiale 2017 MotoGP. Ancora non ci sono voci sicure su quanto il pilota Yamaha starà lontano dalle piste: per alcuni rientrerà ad Aragon, saltando quindi soltanto Misano mentre altri vedono più plausibile un ritorno sul tracciato di Motegi, la prima tappa del trittico asiatico. In ogni caso la pausa lascia momentaneamente scoperto il suo posto in sella alla M1 che potrebbe essere preso da Johann Zarco del team Yamaha Tech3: il francese sta facendo molto bene in questa sua prima stagione nella classe regina e questa potrebbe essere la sua occasione per lavorare con un team ufficiale, l’obiettivo di ogni pilota.

«E’ bello avere una relazione così diretta con la squadra ufficiale, perché ti fa sentire di avere il meglio del meglio. Provare alcune parti per loro è positivo, perché significa che credono in me, inoltre si potrebbe dare una mano per migliorare la moto» aveva detto il pilota francese dopo il Gran Premio di Silverstone, prima dell’incidente di Valentino. Fino ad oggi le indiscrezioni non sono state confermate da nessuno degli interessati e molto dipenderà da quando Rossi deciderà di tornare in pista, ma di sicuro nei prossimi giorni si saprà chi salirà sulla Yamaha M1 sul tracciato di Misano. Casi di questo tipo sono già accaduti, come il subentro di Hector Barbera in sella alla Desmosedici orfana di Iannone la scorsa stagione, durante il periodo di infortunio del pilota di Vasto. Barberà correva per un team clienti Ducati e fu promosso nel Team ufficiale per sostituire il “titolare” infortunato. Stessa trama che potrebbe ripetersi tra Zarco e Rossi.