Formula 1, Hamilton: “Mondiale? Più importante la lotta al razzismo”

Lewis Hamilton, impegnato nella lotta contro il razzismo

L’inglese domenica potrà laurearsi Campione del Mondo di Formula 1 per la 7a volta ma sono più importanti le battaglie fuori dalla pista

“Vincere un titolo mondiale è qualcosa di personale, il pilota è un individuo per cui questo risultato non ha necessariamente un impatto sulla vita degli altri. Mentre il lavoro che faccio all’esterno della pista, per cercare di migliorare le condizioni delle persone, contro il razzismo e verso l’eguaglianza e la parità dei diritti umani per tutti, è più importante”, parole di Lewis Hamilton alla vigilia del Gp Turchia.

Il pilota inglese domenica potrà laurearsi Campione del Mondo di Formula 1 per la 7a volta nella sua carriera, eguagliando così il record di Michael Schumacher ma il costante impegno nelle battaglie contro il razzismo sembrano avere un’importanza superiore nella sua scala gerarchica delle priorità.