MotoGP, Marquez: «Nessun favoritismo o complotto con Michelin»

marc marquez
@HONDA

Il leader in campionato di MotoGP, Marc Marquez, è categorico sulle voci riguardanti gli pneumatici Michelin

Marc Marquez prende la parola riguardo il tema caldissimo delle gomme Michelin e tiene a dissipare ogni dubbio. Il campione del mondo in carica, e leader del campionato 2017, non ha nessun dubbio sulla situazione, convinto che la procedura di fornitura delle gomme ai team sia assolutamente svolto in modo trasparente e pulitissimo. In questa stagione è già successo varie volte di vedere che piloti velocissimi al venerdì e sabato, siano poi sprofondati in gara, ma per Marquez non è colpa della Michelin: «Io sono assolutamente convinto che sia tutto chiaro, trasparente e corretto in ambito gomme. Le gomme sono tutte nere, distribuite in modo casuale ed in numero molto elevato nel fine settimana. Se guardiamo all’arco dell’intera stagione, può capitare che una gomma sia migliore di un’altra, ma fa parte del gioco».

Secondo Marc Marquez, è assolutamente normale che capiti qualche episodio di gomme che garantiscono prestazioni migliori di altre, ma non è una cosa “indirizzata” dal fornitore: «E’ normale che ogni tanto capiti, le squadre lo sanno bene. Non ho creduto neanche per un istante all’ipotesi del complotto o cose simili. Ad ogni briefing, ci sono tre diverse soluzioni per l’anteriore e tre per il posteriore, adatti a qualsiasi stile di guida o specifica tecnica. Ognuno è libero di scegliere la gomma che vuole, ho piena fiducia nella faccenda».

 

Marc Marquez ha dissipato ogni dubbio, sottolineando con le sue parole che fa parte dell’ordine naturale delle cose che una determinata gomma su una determinata pista e moto possa creare qualche problema o andare meglio di un’altra soluzione. Per il pilota spagnolo, sono le Case ed i team a dover scegliere bene. Episodi come quello di Jerez per Yamaha, sarebbe dunque solo da imputare esclusivamente ad una scelta errata effettuata dalla squadra, e da nessun altro elemento.