BSB, verso il gran finale tra Byrne e Haslam

BSB
@MCE BRITISH SUPERBIKE

Facciamo il punto sulla stagione del BSB. Il British SBK ha appena mandato in archivio l’ottavo round con la tappa di Cadwell Park. Una vittoria a testa per Shane Byrne e Leon Haslam

Ottavo round in archivio per la British Superbike che ha infiammato il circuito di Cadwell Park, un tracciato famosissimo per via di un suo passaggio molto particolare: il Mountain. Un salto in piena accelerazione da brividi, all’uscita della curva 12. Un punto del tracciato che da anni fa sognare gli appassionati in tutto il mondo con immagini spettacolari di salti compiuti dai funamboli in pista.

Su questo magico tracciato i due pretendenti al titolo Shane Byrne e Leon Haslam hanno raccolto una vittoria a testa, con Shakey che si è imposto in gara 1 e Haslam che ha fatto sua gara 2. Un risultato che rende la battaglia per il campionato sempre più serrata in vista del finale di stagione. La Ducati Panigale che in Shane Byrne sembra aver finalmente trovato il pilota giusto, l’unico capace di sfruttare al meglio tutte le potenzialità di un progetto che sta finalmente regalando soddisfazioni ai tecnici bolognesi anche in terra di Albione. Ernesto Marinelli, responsabile del progetto Ducati SBK, ha puntato moltissimo su Byrne, affidandolo alle cure del tecnico Giovanni Crupi che ha saputo consegnare a Shakey una moto perfetta.

@MCE BRITISH SUPERBIKE
@MCE BRITISH SUPERBIKE

Il suo diretto sfidante in sella ad una ottima ZX-10R ha finora venduto cara la pelle, con una guida funambolica che sembra letteralmente “strizzare” la verdona fino al limite di gomme e telaio. Tuttavia Leon Haslam si aspettava di avere vita più facile nel suo rientro in BSB dopo anni di successi nella WSBK. Il figlio di Ron “Rocket” Haslam sta disputando una grane stagione, ma i suoi risultati non fanno che confermare quanto sia elevato il livello di questo campionato.

Nel corso della stagione gli unici che sono riusciti ad impensierire la coppia in testa al campionato sono O’Halloran e Linfoot, in sella a due Honda CBR in forma smagliante. Due moto che sono state  sempre molto competitive in ogni tracciato e che occupano la terza e la quinta posizione in classifica generale anche a causa di alcuni episodi sfortunati che hanno impedito ai due talenti di competere per il titolo.

A separare i due portacolori Honda un Michael Laverty su Tyco BMW che tiene la quarta posizione in classifica generale con soli 2 punti di vantaggio, non convincendo pienamente. Da un campione come lui con due stagioni di MotoGP alle spalle, francamente è lecito aspettarsi qualcosa in più, anche in considerazione dell’altissimo livello di moto e team. Purtroppo in questa stagione BSB continuano ad essere assenti dalle posizioni che contano le R1 del Team Yamaha ePayMe che con il suo pilota di punta John Hopkins, forse riflette la stessa crisi che affligge le sorelle schierate nel Mondiale SBK.

La moto di Iwata è rimasta orfana in questa stagione del campione in carica Josh Brookes e del Team Milwaukee che l’aveva fatta crescere tanto durante la stagione, e non mai apparsa realmente competitiva in questa stagione, dopo aver semplicemente dominato la seconda parte del 2015.

Josh Brookes BSB

La Suzuki sta invece portando avanti una stagione che forse è addirittura migliore rispetto alle previsioni di inizio stagione. La squadra puntava ad inizio stagione sull’esperienza del giapponese Ryuichi Kiyonari, ma si è arrivati ad un prematuro divorzio con l’ex campione BSB, che ha trovato una sella nel Team BMW Smiths. E’ stato Tommy Bridewell a prendere in mano la squadra e portare la GSX-R spesso nelle zone nobili della classifica. Anche a Cadwell Park il Team Bennetts porta a casa un quarto e quinto posto nelle due manche, risultato validissimo per l’unica moto di Hamamatsu schierata in griglia. 

barry SUZUKI SHEENE
@SUZUKI RACING

La lotta per il titolo però è riservata ai due volti noti che dall’inizio dell’anno si sono imposti su tutti, con gli sfidanti costretti ad osservare a debita distanza. Shakey Byrne su Ducati Panigale con le sue 75 vittorie in carriera e Leon Haslam su Kawasaki ZX-10R a caccia del suo primo titolo in BSB stanno offrendo spettacolo in ogni circostanza e probabilmente non hanno ancora dato il massimo, in attesa dello sprint finale che promette scintille.

Curiosamente i riders inglesi sono in sella alle due moto che a posizioni invertite si stanno sfidando nel Mondiale Superbike con Johnny Rea sulla verdona e Chaz Davies sulla Rossa per eccellenza. Sarà un caso? Probabilmente no e per fortuna nel campionato britannico la lotta è molto più serrata ed il risultato è ancora lontano anni luce dall’essere certo. La prossima arena di battaglia sarà Oulton Park dal 9 al 11 settembre e siamo impazienti di osservare il prossimo round di un match magnifico.