Formula 1, Gp Austria – vince Bottas, 2° Leclerc

Valtteri Bottas, pilota finlandese della Mercedes

La cronaca giro per giro del Gp Austria, prima prova del Mondiale 2020 di Formula 1: vittoria per la Mercedes di Valtteri Bottas

Valtteri Bottas vince il Gp Austria, prima prova del Mondiale 2020 di Formula 1; il finlandese è stato in testa dal primo all’ultimo giro, resistendo agli attacchi di Lewis Hamilton che, partito 5° a causa di una penalità, ha recuperato fino al 2° posto, salvo poi finire 4° per via di un’ulteriore penalità di 5” per il contatto con Albon.

Straordinario Charles Leclerc che, dopo la terza Safety Car, ha recuperato posizioni passando da 6° a 3° in pista (poi 2° per la penalità di Hamilton, ndr). Chiude il podio uno straordinario Lando Norris che fa il giro veloce all’ultimo giro, si prende il punto addizionale e colma il gap con Hamilton a 4”8, prendendosi così il podio.

Questa la classifica finale:

LA CRONACA DEL GP AUSTRIA GIRO PER GIRO

GIRO 71/71 VINCE BOTTAS Vittoria per la Mercedes di Bottas davanti a Hamilton che però, con la penalità di 5” finisce non solo dietro a Leclerc, meraviglioso 2° ma anche alla McLaren di Lando Norris che fa il giro veloce e arriva a 4”8 sul traguardo, prendendosi il podio.

GIRO 70/71 KVYAT FUORI Esplode la posteriore sinistra dell’Alpha Tauri.

GIRO 69/71 Contatto Norris-Perez in curva 3, la McLaren passa davanti.

GIRO 68/71 5” di penalità per Sergio Perez per eccesso di velocità in pit lane.

GIRO 67/71 5” di penalità per Hamilton, Leclerc virtualmente 2°.

GIRO 66/71 Leclerc scatenato infila Perez e si prende il 3° posto.

GIRO 65/71 Giovinazzi passa Vettel e si prende il 10° posto.

GIRO 64/71 Super sorpasso di Leclerc all’esterno in curva 4 di Norris; la Ferrari e 4a.

GIRO 63/71 Sainz fa il giro veloce e si lancia a caccia di Leclerc.

GIRO 62/71 Il contatto Hamilton-Albon è sotto investigazione.

GIRO 61/71 Albon cerca il sorpasso della vita all’esterno su Hamilton, contatto tra i due e la Red Bull vola fuori; scena già vista in Brasile l’anno scorso.

GIRO 60/71 RIPARTENZA Albon si fa subito sotto ad Hamilton; ha la gomma soft nuova.

GIRO 59/71 Perez lascia la posizione ad Albon, che era davanti quando è entrata la SC.

GIRO 58/71 Sono già sette le vetture ritirate in questo primo Gp della stagione.

GIRO 57/71 Le vetture devono passare dalla pit lane per consentire la rimozione dell’Alfa Romeo di Raikkonen.

GIRO 56/71 Albon stava attaccando Perez, bisogna capire se, quando è entrata la SC, il sorpasso è stato completato o meno.

GIRO 55/71 SAFETY CAR Raikkonen perde l’anteriore destra in ripartenza, di nuovo SC.

GIRO 54/71 RIPARTENZA Bottas riparte bene, tenendo Hamilton a distanza.

GIRO 53/71 Albon ha montato gomma soft, Norris e Leclerc media. Rientra anche Sainz.

GIRO 52/71 Albon, Norris, Leclerc e Vettel ne approfittano per entrare ai box.

GIRO 51/71 SAFETY CAR Si ferma anche la Williams di Russell, di nuovo SC in pista.

GIRO 50/71 GROSJEAN FUORI Si ritira anche la seconda Haas.

GIRO 49/71 Ocon attacca Kvyat per il 9° posto ma l’Alpha Tauri resiste.

GIRO 48/71 Leclerc non riesce ad avvicinarsi a Norris, sempre 6a la Ferrari.

GIRO 47/71 Il box Mercedes continua a chiedere ai piloti di non usare i cordoli.

GIRO 46/71 Hamilton prende spazio, 1”5 di ritardo da Bottas.

GIRO 45/71 Bottas sale a 1” di vantaggio.

GIRO 44/71 Il box Mercedes chiede ai due piloti di non usare i cordoli in uscita di curva.

GIRO 43/71 Perez ha mollato un po’ il colpo, Albon sale a 2” di margine.

GIRO 42/71 Hamilton inizia a farsi vedere negli specchietti di Bottas.

GIRO 41/71 Hamilton non riesce a colmare il gap per tentare l’attacco a Bottas.

GIRO 40/71 Sfida a colpi di giri veloci tra Bottas ed Hamilton.

GIRO 39/71 Giovinazzi a caccia del 10° posto di Ocon per prendersi un punticino.

GIRO 38/71 Perez si avvicina ad Albon per prendersi il 3° posto.

GIRO 37/71 Sempre 0”5 la differenza tra Hamilton e Bottas.

GIRO 36/71 Leclerc si avvicina a Norris ma deve fare attenzione a Sainz alle sue spalle.

GIRO 35/71 Hamilton si porta in zona DRS su Bottas.

GIRO 34/71 Nessuna investigazione per il contatto Sainz-Vettel, il tedesco è sceso al 15° posto.

GIRO 33/71 Perez attacca e sorpassa Norris, prendendosi la 4a posizione.

GIRO 32/71 Notati dai commissari i contatti Norris-Perez e Sainz-Vettel; il tedesco ha comunicato via radio di aver danneggiato la sua Ferrari.

GIRO 31/71 TESTACODA VETTEL Sainz attacca Leclerc, cerca di sfruttare la situazione Vettel che arriva lungo, tocca la McLaren e finisce in testacoda.

GIRO 30/71 RIPARTENZA Rientra ai box la Safety Car in questo giro, la gara riparte.

GIRO 29/71 Safety Car ancora in pista, Grosjean e Latifi possono sdoppiarsi.

GIRO 28/71 Classifica attuale: Bottas, Hamilton, Albon, Norris, Perez, Leclerc, Sainz, Vettel, Gasly e Kvyat i primi 10.

GIRO 27/71 Tutte le vetture sono rientrate con gomma hard ad eccezione della Racing Point di Perez che monta le medie.

GIRO 26/71 Tutti i team rientrano ai box sfruttando la Safety Car.

GIRO 25/71 SAFETY CAR Magnussen va lungo all’esterno di curva 3 lasciando la sua Haas in zona pericolosa.

GIRO 24/71 Hamilton arriva a 3”7 da Bottas, Albon 3° a 16”.

GIRO 23/71 Il box Ferrari fa finta di fermare Leclerc che invece resta fuori.

GIRO 22/71 Hamilton si riporta a 5”3 da Bottas.

GIRO 21/71 STROLL FUORI Si ritira la Racing Point per problemi alla power unit.

GIRO 20/71 Anche Gasly infila Stroll che non riesce a risolvere i suoi problemi.

GIRO 19/71 Vettel passa Stroll che gira molto lentamente ed ora è 8°.

GIRO 18/71 RICCIARDO FUORI – Problemi per la Renault di Ricciardo che procede lentamente.

GIRO 17/71 Hamilton si porta a 6”7 da Bottas facendo il giro veloce.

GIRO 16/71 Problemi anche per Stroll che comunica via radio un ‘no power’.

GIRO 15/71 Lungo di Vettel, Ricciardo sempre più minaccioso.

GIRO 14/71 Vettel e Ricciardo a caccia di Lance Stroll per l’8a posizione.

GIRO 13/71 Bottas comanda ora con 7”5 su Hamilton.

GIRO 12/71 Pit stop per Verstappen, si prova a cambiare il volante ma la sua Red Bull non ne vuole sapere, l’olandese è costretto al ritiro.

GIRO 11/71 Percorre tutta la pista lentamente Verstappen con l’auspicio di rientrare ai box per sistemare il problema che sembra di natura elettrica.

GIRO 10/71 VERSTAPPEN FUORI – Problema tecnico per la Red Bull che si pianta di colpo.

GIRO 9/71 Hamilton infila Albon alla staccata di curva 4, ora è 3°.

GIRO 8/71 3”3 il vantaggio di Bottas su Verstappen.

GIRO 7/71 Hamilton all’attacco di Alex Albon per il 3° posto.

GIRO 6/71 Da registrare l’ottimo start di Antonio Giovinazzi che recupera 3 posizioni, è 15°.

GIRO 5/71 Hamilton fa il giro veloce e si lancia a caccia del podio per ora di proprietà di Albon.

GIRO 4/71 Anche Hamilton supera Lando Norris per prendere la 4a posizione.

GIRO 3/71 Albon infila Norris e guadagna la 3a posizione, Bottas davanti arriva a 2” di vantaggio.

GIRO 2/71 Vettel passa Ricciardo e guadagna una posizione: ora è 10°.

GIRO 1/71 Bottas ha già preso un buon margine su Verstappen che però ha una gomma diversa.

GIRO 0/71 – PARTENZA Bottas tiene la prima posizione, Verstappen resiste all’assalto di Norris, bagarre tra Leclerc e Perez per la 6a posizione.

15,10 Parte il giro di formazione, tutte le vetture prendono regolarmente il via.

15,00 Dieci minuti al via del Gp Austria; tutte le vetture regolarmente schierate in griglia.

14,40 Aperta la pit-lane, le vetture escono dai box per andarsi a schierare in griglia.

14,15 Cambia dunque la griglia di partenza di questo Gp Austria vista la penalizzazione di Lewis Hamilton che parte 5°:

1° fila – Bottas (Mercedes)/Verstappen (Red Bull)

2° fila – Norris (McLaren)/Albon (Red Bull)

3° fila – Hamilton (Mercedes)*/Perez (Racing Point)

4° fila – Leclerc (Ferrari)/Sainz (McLaren)

5° fila – Stroll (Racing Point)/Ricciardo (Renault)

6° fila – Vettel (Ferrari)/Gasly (Alpha Tauri)

7° fila – Kvyat (Alpha Tauri)/Ocon (Renault)

8° fila – Grosjean (Haas)/Magnussen (Haas)

9° fila – Russell (Williams)/Giovinazzi (Alfa Romeo)

10° fila – Raikkonen (Alfa Romeo)/Latifi (Williams)

14,10 Gli steward cambiano idea e, dopo il reclamo della Red Bull, decidono di penalizzare di tre posizioni sulla griglia di partenza Lewis Hamilton per aver ignorato le bandiere gialle durante le qualifiche di ieri. L’ufficalità della decisione è arrivata a meno di un’ora dal via del Gp Austria, prima prova del mondiale 2020 di Formula 1.